India: consigli di viaggio

20200113_085933629411690409722499.jpg

Molte guide dicono che il mese migliore per visitare l’India è Gennaio, sicuramente è troppo caldo nei mesi estivi e la puzza sarà eccessiva, ma a Gennaio gli alberghi ( ho preso alberghi di una buona categoria) non sono attrezzati per ospitare i turisti, i condizionatori funzionano solo a freddo, quindi non ci sono riscaldamenti, dopo le mie lamentele ho ottenuto nei diversi hotel qualche stufetta elettrica, ma nelle dimore storiche dove ho soggiornato, visto queste camere grandissime con 6 finestre, non era efficace.

Per far venire l’acqua calda devi farla scorrere per circa 10 minuti, ma non sempre viene calda.

Continua a leggere

Varanasi

20200116_0544511966177421553973519.jpgUn viaggio in India senza vedere questa città sarebbe come perdersi la più bella esperienza della vostra vita.

Varanasi è sempre affollata di pellegrini.

Gli anziani che sono venuti qui per morire si mescolano ai tanti mendicanti, sacerdoti, guru presenti. Continua a leggere

India

20200111_0845074521350290872369953.jpgAncora poche ore e tornerò in Italia, si conclude oggi la mia vacanza in India.

L’India è come mi era stata descritta sui gli innumerevoli libri che ho letto, non mi ha deluso.

Ricorderò per sempre i suoi colori, a cominciare dai sari , dal colore rosso delle donne sposate sulla scriminatura dei capelli per augurare lunga vita al marito, Continua a leggere

Tra Giava e Bali… curiosità

risaie jatiluwih

Dopo avervi descritto cosa vedere a Giava e a Bali, voglio raccontarvi qualche curiosità:

Il traffico in queste zone è impressionante, la maggior parte delle persone si sposta in scooter.

A Bali abbiamo noleggiato 3 giorni lo scooter, ma tra distanze, smog e traffico non è stata una buona idea, nella zona tra Sanur e Bali Safari Marine Park ci sono posti di blocco, senza la patente internazionale rischi una multa ufficiale di circa 200,00 €, ma con la sanzione non ufficiale c’è la siamo cavata con 40,00 € circa ben diversa dai 6,40 circa citata sulla guida Marco Polo, a chi non aveva da pagare portavano via i motorini, fermavano solo stranieri. Continua a leggere

La mia esperienza nel deserto del Wadi Rum

wadi rum1 (2)

La mia esperienza nel deserto del Wadi Rum in Giordania merita un post a parte.

Dopo un emozionante visione del deserto dal retro di un pick up 4×4, e aver preso il tè con i beduini, sono arrivata nel tardo pomeriggio nell’accampamento, qui mi sono sentita smarrita,tutto quel mare di sabbia rosa, rossa e arancio, un paesaggio lunare, la prima impressione è stata come passo adesso il mio tempo? Sarei rimasta lì tutta la notte e fino alle 12.00 del giorno dopo.

Continua a leggere

Giordania

GiordaniaEd eccomi finalmente a raccontarvi qualcosa sulla Giordania.

Che dirvi, mi aspettavo visto i reali, una capitale Amman, non ai livelli di Tel Aviv, ma dal carattere più moderno.

Intentiamoci ci sono anche bei quartieri, tipo Rainbow Street una via di Jebel Amman da non perdere, è una zona a senso unico circondata da caffè, ristoranti e negozi di souvenir, punto di incontro di artisti, specialmente la sera, dall’atmosfera creativa e giovane, ma Amman è una città trascurata, priva di un piano regolatore, con marciapiedi impraticabili altissimi e incompiuti, una capitale con scarso senso civico e rispetto per l’ambiente. Continua a leggere

Il mio viaggio dagli Emirati Arabi: Dubai – seconda parte.

lmg_0022

Dopo Abu Dhabi, ci siamo spostati il 30/12 a Dubai, la città per me dei contrasti.

Passi da Dubai Marina dove ho incrociato il califfo in persona con le sue guardie, a Deira e ai suoi quartieri più popolari dove ti immergi in un’ altra Dubai, dove assapori la vera vita degli abitanti del posto, dove si incontrano quella maggior parte della popolazione, gli emigrati, provenienti soprattutto dall’India e dal Pakistan che cercano di sopravvivere facendo i commercianti e i manovali e l’unico momento di svago è andare al tempio il primo giorno dell’anno scalzi, con le loro offerte di fiori o vedere i fuochi d’artificio il 31/12 sul Creek senza le loro famiglie, infatti la maggior parte erano uomini, era quasi l’unica donna. Continua a leggere

Il mio viaggio dagli Emirati Arabi: Abu Dhabi – prima parte.

moschea Abu DhabiPer terminare al meglio il 2018, io e mio marito ci siamo regalati un bel viaggio tra Abu Dhabi e Dubai.

Era la prima volta che lasciavo il freddo delle nostre parti per far meta in una bella zona calda e devo ammettere che non  mi è dispiaciuto andare al mare e sentire il dolce sole caldo sulla mia pelle bianca. Continua a leggere

Koh Samui

IMG_3758Gli ultimi 5 giorni della mia vacanza in Thailandia li ho trascorsi a Koh Samui.

Io e mio marito non amiamo stare fermi, così abbiamo noleggiato uno scooter per girare l’isola, ricordo che qui c’è la guida a destra perchè Re Rama V si è ispirato all’Inghilterra per progettare la rete stradale. Continua a leggere